Prima di giungere all’arte, Cesare Pietroiusti (Roma, 1955) compie studi di medicina, con uno spiccato interesse per la psichiatria. È co- fondatore del Centro Studi Jartrakor a Roma nel 1977 e del il collettivo di artisti [[Oreste]] nel 1997, che ha condiviso progetti attraverso la rete, e il Nomads & Residents di New York fino al 2000. Pietroiusti mette al centro della sua pratica la comunicazione, verbale e non. Ultimamente, il suo lavoro si è concentrato sulle criticità nelle pieghe dei sistemi economici. Euro, realizzato per Art Bag, parte di questa linea di ricerca, gioca con lo slittamento dei significati di ‘scambio’ e circuito economico. L’opera riproduce una pagina de IL TEMPO, che riporta la notizia dell’incarico all’artista di nuovo presidente del Palaexpo, presentandolo come l’artista che ‘mangiava banconote e le evacuava per arte’, da una sua performance. Un timbro sul retro certifica che l’opera d’arte è realizzata in collaborazione con la redazione del giornale, a cui va una quota dei proventi.

Cesare Pietroiusti ha partecipato ad Art Bag Alphanumerico con l’opera: Euro, 2018.
Stampa a getto d’inchiostro, in 40 esemplari, firmati e numerati da 1 a 40.

Cesare Pietroiusti, "Euro", 2018