Art Bag è una rivista di multipli a sorpresa, un nuovo progetto che s’ispira all’dea delle bustine sigillate delle figurine da raccolta vendute nelle edicole, nato nel dicembre 2016 da un’idea di Alessandra Alliata Nobili ed Emiliano Zucchini.

Come funziona? La redazione invita degli artisti a produrre, per ogni numero di Art Bag, un’opera in formato A4. Questa è successivamente stampata in multipli di numero limitato, firmati e numerati a mano da ciascun artista. Ogni rivista è diversa dall’altra: all’interno di ogni singola copia sono imbustati solo un dato numero di multipli che compongono l'intera serie di quel numero.

A chi si rivolge? Lo scopo di Art Bag  è quello di proporre una forma di collezionismo di qualità allo stesso tempo accessibile, con un "plus": l’invito al gioco e la sorpresa. Art Bag si rivolge a neo-collezionisti come a collezionisti esperti, perché è un progetto unico nel suo genere. È un invito a tutti gli appassionati e curiosi dell’arte contemporanea, ad accettare nuovi suggerimenti e proposte e ad avvicinarsi ad artisti di generi e geografie diversi.

Perché collezionare Art Bag? Art Bag è per i collezionisti quello che gli osservatori sono per le squadre di calcio: osservano tutti, ovunque, nei grandi stadi, ma anche nei campetti di periferia, fra le giovani leve… È uno ZAPPING nel mondo dell’arte contemporanea, fatto di nomi conosciuti in Italia e all’estero e storicizzati, come di artisti emergenti e mid-career, tutti impegnati nel restituire la loro visione del mondo. L’operazione, che nasce dalla passione di due art-players e non ha scopo di lucro se non il recupero delle spese vive di produzione e promozione, si pone come un “indicatore delle tendenze”, che crea una rete e delle connessioni, mettendo a fuoco e in relazione fra loro artisti di natura diversa in un formato insolito.

Per tutti i motivi che abbiamo citato, Art Bag e i suoi artisti, rappresentano lo ZEITGEIST dei nostri tempi. L’artista meno conosciuto o emergente è altrettanto importante per l’ecosistema dell’arte di un artista affermato o maturo, perchè tutti insieme raccontano un fermento e tutti insieme partecipano al gioco della “sorpresa”. Art Bag invita gli artisti a creare una rete espositiva temporanea, ad aprire uno spazio contingente che mixa generazioni, stili, soggetti e media. In questo senso, Art Bag è una forma di ‘happening’ una situazione aperta, collaborativa e sperimentale.